Eventi e Novità‎ > ‎

SABATO 29 marzo: Inaugurazione CASA DELLA LEGALITA' di SORBARA!

pubblicato 26 mar 2014, 06:51 da Valentina Corradi   [ aggiornato in data 26 mar 2014, 06:53 ]
Articolo di Radio Citta' del Capo.
http://radio.rcdc.it/archives/per-combattere-la-camorra-sorbara-nasce-la-casa-della-legalita-136261/

Per combattere la camorra a Sorbara nasce la Casa della Legalità

Modena, 25 mar. – Nel 2011 a Sorbara, frazione del Comune modenese di Bomporto, arrivò Egidio Coppola, camorrista legato legato alla Nuova Famiglia e al Clan Bardellino. Chiese di scontare lì, in un piccolissimo centro con meno di 5mila abitanti, il confino al quale era sottoposto dopo aver scontato la sua pena. Non un caso. “Nel nostro territorio ha ormai messo radici la criminalità organizzata”, dice il sindaco di Bomporto, Alberto Borghi, ricordando come proprio nel modenese sia stata rilevata una concentrazione importante di affiliati o sospetti affiliati ai clan camorristici.

Quando si diffuse la notizia dell’arrivo di Coppola, nel 2011, le istituzioni reagirono e diedero vita a una manifestazione di protesta per dire ‘no’ alle infiltrazioni mafiose. Sabato 29 marzo, tre anni dopo l’arrivo del camorrista (oggi di nuovo in carcere, condannato a 7 anni per associazione a delinquere di stampo mafioso) e la contro manifestazione che segnò la presa di coscienza pubblica delle istituzioni, a Sorbara sarà inaugurata la Casa della legalità.

Si tratta di un edificio pubblico di 250 metri quadri realizzato grazie alla collaborazione tra il Comune di Bomporto e la Regione Emilia-Romagna, all’interno dell’attività di prevenzione delle infiltrazioni mafiose e di diffusione della cultura della legalità che l’amministrazione di viale Aldo Moro sta promuovendo e finanziando. A cosa servirà la Casa della legalità? Abbiamo intervistato il sindaco di Bomporto Alberto Borghi. “Si faranno incontro per ragazzi, per gli imprenditori, per i cittadini. Da lì faremo capire cosa significa cultura della legalità, e lo faremo anche con la collaborazione di Libera e del Gruppo Abele”.

Comments