HOMEPAGE

SMA: area SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA'
novità 2020

SMA: AREA SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA’

 

  1. Gravidanza

Nel periodo di gravidanza viene previsto il rimborso del 50% del costo dei ticket sostenuti presso il SSN esclusivamente per le analisi cliniche (sangue ed urine) e gli accertamenti diagnostici di ecografia effettuati durante il periodo di gravidanza con un massimo rimborsabile di € 75,00 per anno.

Tale massimale deve intendersi anche applicabile al singolo evento nel caso in cui il periodo di gravidanza stesso sia a cavallo di due anni.

Per accedere al rimborso: il socio dovrà fare avere a SMA entro 30 giorni dal rilascio della relativa documentazione fiscale, copia del ticket nonché copia della prescrizione medica rilasciata dal MMG o dallo specialista che ha in cura il socio dal quale risulti l’accertato stato di gravidanza e la necessità di ricorrere a tali accertamenti. La Mutua si riserva la facoltà di richiedere ogni altra documentazione clinica utile per procedere al rimborso a norma del presente regolamento.

 

  1. Maternità/Paternità

Al socio ed alla socia, limitatamente al primo di anno di vita del proprio figlio/a, nel caso in cui sostenga spese per l’acquisto di latte non materno, viene corrisposto un sussidio pari al 50% delle spese sostenute fino a un massimo complessivo di euro 75,00 nei 150 giorni successivi il parto.

Il sussidio viene concesso, nel caso che entrambi i genitori siano dipendenti della società, ad un solo richiedente.

Per accedere al rimborso: il socio dovrà fare avere a SMA entro 30 giorni dal rilascio della relativa documentazione fiscale di tutta la documentazione medico sanitaria che attesti la necessità di accedere a tali acquisti, dalle fatture/scontrini fiscali quietanzati da cui si evinca con specifica distinta di voce il corrispondente bene acquistato ed il relativo costo di acquisto.

Unitamente alla prima richiesta, dovrà essere allegato il certificato di nascita del figlio od altro documento equipollente che attesti la data di nascita.

In caso di parto gemellare il sussidio è riconosciuto per un solo nato.

Condizione per l’erogazione del sussidio è che il socio richiedente il sussidio, alla data del parto/nascita abbia maturato una pregressa iscrizione nel Fondo sanitario di almeno 1 anno solare pari a 365 giorni.